Notizia

img-notizia

06/12/2019Premio Antonino Caponnetto 2019: ecco i premiati della nona edizione

“Una lunga strada ci attende: dovremo percorrerla tutti insieme mano nella mano”. Con questa citazione di Antonino Caponnetto parte la nona edizione del Premio Nazionale Antonino Caponnetto per la Cultura della Legalità, che si svolgerà il prossimo 6 dicembre a Pistoia.

 

Questa edizione del Premio si contraddistingue per il numero dei premiati: eccezionalmente cinque perché le vicende che li hanno coinvolti hanno fatto sì che il loro legame si rafforzasse ulteriormente e diventasse decisivo per la buona riuscita della loro azione. Si tratta di persone che hanno dato prova d’impegno, coerenza e coraggio contro ogni forma di abuso della legalità o di potere mafioso, portando avanti atti e iniziative che hanno inciso profondamente nella realtà italiana e non solo. I vincitori della IX edizione del Premio Nazionale Antonino Caponnetto per la cultura della legalità sono:

 

Ilaria Cucchi, sorella di Stefano Cucchi, morto nel 2009 mentre era sottoposto a custodia cautelare da parte dei Carabinieri. Ilaria ha sempre lottato per la verità, cercando di farla emergere per nove lunghissimi anni durante i quali si è dovuta scontrare con vari tentativi di depistaggio, attacchi personali e omertà a tutti i livelli;

Fabio Anselmo, avvocato penalista, legale della famiglia Cucchi nel processo per la morte di Stefano Cucchi. Negli anni si è specializzato nei casi di abusi delle forze dell‘ordine, rappresentando i familiari delle vittime. Nel 2016 ha vinto il Premio Paolo Borsellino;

Riccardo Casamassima e Maria Rosati, i carabinieri che, con la loro testimonianza, sono stati la chiave di volta per l’inchiesta bis sulla morte di Stefano Cucchi che vede cinque loro colleghi alla sbarra, accusati a vario titolo di omicidio preterintenzionale, calunnia e falso in verbale d’arresto;

Sonia Alfano, che a seguito della morte del padre, Beppe Alfano, ucciso dalla mafia nel 1993 per le sue inchieste giornalistiche, intraprese un‘intensa attività antimafia per accertare la verità sulla sua morte e sui mandanti occulti. Ha ricoperto l’incarico di presidente della Commissione speciale antimafia del Parlamento Europeo ed attualmente è presidente dell’Associazione Nazionale Vittime di Mafia.

 

Il programma della manifestazione è il seguente: dalle ore 9.15 alle ore 12.30 al Piccolo Teatro Mauro Bolognini vi sarà l’incontro dei vincitori e di alcuni testimoni della lotta alla criminalità organizzata con le scuole. Torneranno a trovarci il giornalista di Avvenire Pino Ciociola e il nipote del giudice Caponnetto Dario Meini Caponnetto, mentre saranno con noi per la prima volta il giornalista e scrittore Flavio Tranquillo autore de “I dieci passi. Piccolo breviario sulla legalità” e il giornalista d‘inchiesta Ranieri Salvadorini. Sei scuole secondarie del territorio hanno aderito all’incontro mattutino: ITTS Fedi – Fermi, Liceo Niccolò Forteguerri, I.T.S.E Aldo Capitini di Agliana, Istituto ITCS Pacini, Istituto Benedetto Croce e Istituto Pacinotti.

 

Nel pomeriggio alle ore 17.30 nella Sala Maggiore del Palazzo Comunale di Pistoia si svolgerà la cerimonia di premiazione alla presenza delle autorità.

Condividi

Amore è la luce dello spirito Quando abbiamo bisogno della luce? Non durante il giorno, ma quando regna la notte. Allora ci occorre una lampada, una fiamma, la luna. Fate del vostro meglio per portare luce e amore nella vita di coloro che incontrate.

Sathya Sai Baba

    •  Chi siamo

    •  Cosa facciamo

    •  Iniziative

    •  Comunicazione

    •  Come sostenerci