Notizia

img-notizia

27/01/2020Allerta nelle Filippine: gli aggiornamenti di Franca

Evacuazione totale nelle Filippine per mezzo milione di persone per il rischio di un‘imminente "eruzione esplosiva" del vulcano Taal, un vulcano attivo situato nella provincia di Batangas, sulla costa occidentale dell’isola di Luzon.

 

La nostra preoccupazione va soprattutto ai più piccoli. Dieci giorni dopo che è stata data l’allerta 4 per il vulcano Taal, sempre più bambini sono finiti nei centri di evacuazione con le loro famiglie. I piccoli sono spaventati e confusi e hanno bisogno di un sostegno urgente perché non abbiano ripercussioni psicofisiche. Franca Nesti, consigliera della Fondazione e responsabile dei nostri progetti nelle Filippine, è in stretto contatto con le famiglie e le organizzazioni con cui collaboriamo nel Paese. Ecco cosa ha saputo:

 

"Le famiglie residenti nella case costruite alcuni anni fa dalla Fondazione Un Raggio di Luce, in collaborazione con il Movimento dei Focalari, nella città di Tagaytay, a circa 30 km dal vulcano Taal, sono state costrette a lasciare le loro case. Alcune delle famiglie però si sono rifiutate per paura di perdere la loro abitazione. In questo momento non hanno elettricità, sono quasi senza acqua e mancano le risorse: la cenere ha ricoperto i campi rendendoli non più coltivabili, gli animali da cortile sono morti così come i pesci del lago vicino. I negozi sono tutti chiusi e per motivi di sicurezza il governo impedisce alle persone di andare a riprendere le loro cose.

 

Mariella, ex direttrice del Movimento dei Focalari a Manila e facente parte ora del centro di Loppiano (FI), mi ha detto che speravano di convincere tutte le famiglie a lasciare le case. Ma non ce l’hanno fatta. Il problema è che ora nessuno può avvicinarsi a quelle case, nemmeno per portare cibo e acqua. Pare che siano diminuite le eruzioni ma da cosa esce si pensa che dentro si stia accumulando nuovo magma in vista di un’esplosione o di nuove manifestazioni particolarmente pericolose. I focolarini del Centro (una delle Cittadelle del Movimento dei Focolari, la Mariapoli “Pace”, si trova proprio a Tagaytay) hanno distribuito tutto quello che avevano, cibo e quant’altro alle famiglie bisognose, comprese le famiglie del nostro progetto e ne siamo veramente grati!

 

È una situazione drammatica, soprattutto per i più piccoli e il loro futuro: al momento non si sa quando potranno tornare nelle loro case e a scuola. Il vulcano Taal è tra i più pericolosi al mondo, l‘ultima eruzione risale al 1977, e si teme che possa succedere la stessa cosa di quarantatrè anni fa."

 

Dona ora

Condividi

Amore è la luce dello spirito Quando abbiamo bisogno della luce? Non durante il giorno, ma quando regna la notte. Allora ci occorre una lampada, una fiamma, la luna. Fate del vostro meglio per portare luce e amore nella vita di coloro che incontrate.

Sathya Sai Baba

    •  Chi siamo

    •  Cosa facciamo

    •  Iniziative

    •  Comunicazione

    •  Come sostenerci