Notizia

img-notizia

10/07/2020Teatro in carcere

Il teatro è diventato un metodo di rieducazione e di reinserimento nella società dei detenuti: si focalizza sullo sviluppo della loro creatività per trasformare l’esperienza in un’attività terapeutica e pedagogica.

 

“Teatro in Carcere” è il secondo progetto che la Fondazione Un Raggio di Luce Onlus abbraccia a sostegno dei detenuti della Casa Circondariale Santa Caterina di Pistoia. L’iniziativa, promossa dalla compagnia Electra Teatro, prevede il coinvolgimento di in gruppo di detenuti nella realizzazione di un corto cinematografico in cui sono presenti l’attrice ronconiana Melania Giglio e il performer Giuseppe Sartori, il tutto sotto la regia di Giuseppe Tesi. Il gruppo iniziale, formato da dodici detenuti, si è ridotto a otto interpreti, motivati e costanti: quattro italiani, un afro-americano, un albanese, due sinti.

 

L‘obiettivo cardine è unire la valorizzazione della persona allo sviluppo della sua autonomia, coerentemente con la vocazione dell‘art. 27 della Costituzione, andando nella direzione di un re-inserimento sociale che superi una logica strettamente assistenziale. Partendo dal presupposto che, per garantire maggiore sicurezza e prevenire la recidività a delinquere, sono necessari percorsi formativi ed educativi atti a promuovere l‘autostima, il linguaggio cinematografico, ancora una volta, ha lo slancio affettivo e professionale atto a svolgere un efficace percorso di "educazione alla legalità".

Condividi

Amore è la luce dello spirito Quando abbiamo bisogno della luce? Non durante il giorno, ma quando regna la notte. Allora ci occorre una lampada, una fiamma, la luna. Fate del vostro meglio per portare luce e amore nella vita di coloro che incontrate.

Sathya Sai Baba

    •  Chi siamo

    •  Cosa facciamo

    •  Iniziative

    •  Comunicazione

    •  Come sostenerci